Metaverso, Apple pronta con i visori virtuali già nel 2022

Il metaverso si fa largo tra le strategie delle principali compagnie hi-tech.

Se va a Meta il merito di aver acceso l’interesse sulla possibilità di creare un mondo virtuale dove incontrarsi, lavorare e divertirsi, concorrenti diretti come Microsoft e Google hanno già anticipato i loro progetti a tema.

E sale l’interesse anche intorno ad Apple, che starebbe lavorando da anni ad occhialini di realtà aumentata e visori per il virtuale. Proprio su questi ultimi torna l’analista esperto di fatti della Mela, Ming-chi Kuo, che ora si dice certo che il colosso di Cupertino lancerà i suoi visori di realtà aumentata entro il 2022. Questi saranno “potenti come i Mac e indipendenti dagli iPhone – dice – perché qualora il prodotto verrà posizionato solo come accessorio per computer o smartphone, non beneficerà di una crescita globale”.

Il riferimento va a chi non usa dispositivi di Apple ma che potrebbe dotarsi di un visore dell’azienda se capace di collegarsi a internet, scaricare app o giochi e navigare senza necessità di essere inserito nel più ampio ecosistema del colosso di Cupertino. In precedenza, indiscrezioni e fonti considerate attendibili indicavano il prossimo anno come il più indicato per la presentazione dei cosiddetti Apple Glass AR, che avrebbero anticipato di diversi mesi l’arrivo dei visori di realtà virtuale. Ma proprio l’annuncio del metaverso avrebbe fatto cambiare idea a Tim Cook, tanto da spingere l’azienda verso la finalizzazione del prodotto più lontano, che a questo punto precederebbe gli occhialini aumentati, più orientati alla moda, meno “invasivi” esteticamente e più economici della controparte VR. Kuo ha citato la “potenza di calcolo, la capacità di funzionare senza vincoli e la vasta gamma di applicazioni attese” come fattori che differenzieranno i visori di Apple da quelli della concorrenza.

Pubblicato
Etichettato come NEWS

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *